calendario editoriale
Condividi l'articolo

All’interno di una strategia orientata al content marketing (abbiamo parlato della sua importanza nell’articolo dedicato alla content strategy ), offrire regolarmente post sui propri canali digitali, è uno dei passi più importanti per mantenere una presenza online ottimale.

Sia che tu abbia intenzione di iniziare a pubblicare dei contenuti o che stia pensando di far evolvere il tuo programma di pubblicazione a qualcosa di più frequente, non c’è dubbio che si potrai trarre beneficio dalla creazione di un calendario editoriale.

Cos’è un calendario editoriale?

In sostanza, un calendario editoriale è un documento che organizza tutti i contenuti che prevedi di scrivere e pubblicare, in un futuro prossimo o lontano.

Ti consente di pianificare in anticipo gli argomenti che hai intenzione di trattare, il pubblico a cui si rivolgono, così come tutte le risorse ed indicazioni necessarie per la sua realizzazione.

I termini piano editoriale e calendario editoriale sono spesso erroneamente usati in modo intercambiabile, eppure anche se sono molto simili, hanno delle importanti differenze tra loro. Il piano editoriale, è un vero e proprio documento che va a comporre la strategia di contenuti che hai stabilito e che andrai ad utilizzare per la tua comunicazione. Possono includere idee di argomenti, modelli per diversi tipi di contenuto, output desiderato e simili.

Il calendario editoriale, invece, va più nello specifico dei contenuti, nella gestione quotidiana del programma di pubblicazione per far sì che tu possa essere sempre in grado di cambiare le cose in modo flessibile e tempestivo e rimanere coerente nella tua strategia di content marketing giorno dopo giorno.

4 benefici nell’uso di un calendario editoriale

Ti aiuta a rimanere organizzato e allineato ai i tuoi obiettivi

Avere un calendario editoriale ti consente di pianificare e organizzare i tuoi contenuti in anticipo. Potendo vedere quali argomenti hai pianificato per la settimana o il mese, puoi facilmente mettere a punto i tuoi argomenti ed il tuo programma di pubblicazione per garantire che i tuoi contenuti siano sempre allineati alla tua strategia narrativa.

Aiuta la coerenza

Programmando i contenuti con largo anticipo, puoi avere sempre la certezza di rimanere coerente nella pubblicazione dei tuoi post o articoli. Inoltre sarai tu a dirigere “da remoto” il tuo pubblico sui tuoi canali social, soprattutto in quei giorni in cui altre priorità di lavoro non ti consentono di avere tempo a disposizione.

Avere il giusto mix

Non solo un calendario editoriale ti permette di avere organizzazione, ma ti aiuta anche a vedere quali argomenti hai già affrontato ampiamente e altri argomenti/temi che devi approfondire. Inoltre, sarai anche in grado di programmare in anticipo tutti quei contenuti legati alle festività.

Misura l’efficacia dei tuoi sforzi 

Un calendario editoriale può aiutarti a individuare il tipo di contenuti che interessano di più la tua rete. Alcuni argomenti funzionano meglio di altri? A che ora del giorno vedi il maggior coinvolgimento? Usa queste informazioni per ottimizzare i tuoi post, ad esempio, anche in termini di frequenza o orario di pubblicazione.

Come creare un calendario editoriale

  1. Inizia un mese alla volta. Non gettarti nell’oceano editoriale quando sei all’inizio. Concentrati piuttosto su quali contenuti ha senso offrire al tuo pubblico.
  2. Scopri la tua frequenza.Personalmente, ad esempio, scrivo sul mio blog 4 articoli al mese. Se questo è troppo ambizioso o irrealistico per te, inizia con una pubblicazione mensile e prova ad aumentare dopo qualche mese.
  3. Identifica i tuoi obiettivi. Cosa vuoi ottenere con la pubblicazione dei tuoi articoli o post? Vuoi accrescere la tua notorietà? Vuoi far aumentare la fiducia nei tuoi confronti? Assicurati di attribuire ad ogni contenuto un determinato obiettivo.
  4. Differenzia in base ai canali: Evita di copiare e incollare lo stesso contenuto su tutti i tuoi canali social. Ogni piattaforma ha le sue regole ed il suo pubblico con le sue esigenze.
  5. Inizia con un modello. Il tuo calendario può essere abbastanza semplice. Se non ti piace nessuno dei modelli che trovi in rete crea il tuo in Excel. Cosa che personalmente consiglio sempre di fare. 
  6. Ti riporto infine cosa di includere nel tuo calendario: 
  • Data di Pubblicazione
  • Titolo
  • Obiettivo
  • Categoria Argomento
  • Autore (se collabori con qualcuno)
  • Testo del contenuto
  • Dove verrà pubblicato (linkedin, blog, facebook…)
  • Risultati

Usa la strategia fin dal primo passo

Adottare un approccio strategico nel tuo calendario editoriale è un lavoro continuo.

E questo lavoro continuo dovrà essere influenzato dal tuo processo di misurazione. Ogni mese esamina le tue metriche per poi iniziare a pianificare il mese successivo. Facendolo con costanza questo processo diventerà sempre più automatico e semplice

Contatti

Hai bisogno di realizzare il tuo piano editoriale? Contattaci, sapremo aiutarti.

Condividi l'articolo
Tags

Comments are closed

© 2021 Best Tech Solutions di Cellini Christian p.iva 15760991008   | Privacy Policy | Cookie Policy | Email: [email protected]